Cronaca
Indagine della Squadra Mobile
Un pieno di fumo e cocaina: benzinai nei guai
pubblicato il 28 dicembre 2018 alle ore 15:04
immagine
Laura Patrizi, dirigente della Squadra Mobile durante la conferenza stampa di questa mattina

Mantova Nello scorso mese di marzo la Squadra Mobile della Questura di Mantova ha rinvenuto, in un appartamento disabitato di Via Gaber, nel Comune di Mantova, un’ingente quantità di stupefacente, ovvero circa 142 grammi di cocaina, 216 grammi di marijuana ed oltre un chilo di hashish, nonché vario materiale necessario alla preparazione delle dosi ed al loro confezionamento, il tutto abilmente occultato nei luoghi più disparati dell’abitazione, come intercapedini ricavate nelle pareti o all’interno dei termoconvettori.

Da questo ritrovamento è partita una serrata indagine, condotta dalla Squadra Mobile, sotto la direzione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Mantova, la quale ha consentito di mettere in luce un’importante attività di spaccio di sostanze stupefacenti, che trovava una comoda esecuzione in un distributore di carburanti, presso cui avvenivano gli scambi. Infatti, le indagini hanno permesso di evidenziare come diverse persone si recavano presso il predetto distributore a bordo di veicoli o ciclomotori, senza però rifornirli, al solo fine di acquistare le dosi di stupefacente.

La vendita dello stupefacente avveniva secondo un ‘organizzazione ben collaudata e cioè il cliente - alcune volte senza neppure fare rifornimento o lavare l’auto - comunicava l’ordine e discretamente attendeva la consegna, che puntualmente avveniva secondo una ripartizione di ruoli ben consolidata.

La complessa attività investigativa, diretta dalla Procura della Repubblica di Mantova, ha portato all’emissione da parte dell’Ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Mantova di tre misure cautelari coercitive, una degli arresti domiciliari e due dell’obbligo di presentazione alla P.G., eseguite dalla Squadra Mobile.

Proprio contestualmente all’esecuzione delle misure, durante le perquisizioni domiciliari in particolare presso il domicilio di J.A. (poi posto agli arresti) è stato rinvenuto e sequestrato un ulteriore ed ingente quantitativo di stupefacente pari a 25,4 grammi di cocaina (già suddiviso in 32 dosi elettrosaldate) e 278,4 grammi di hashish, nonchè (anche presso gli altri domicili) di ingenti somme denaro.

Commenti