Provincia
Investimento da 50 milioni di euro
Due centrali: Marcegaglia fa l'accordo con i francesi
pubblicato il 28 dicembre 2018 alle ore 12:37
immagine
Due centrali: Marcegaglia fa l'accordo con i francesi

Gazoldo Marcegaglia va con i francesi di Engie per la realizzazione delle due centrali elettriche interne agli impianti di Gazoldo. A confermare l’accordo tra il gruppo siderurgico e metallurgico gazoldese ed Engie, è lo stesso gruppo mantovano. Come noto, infatti, Marcegaglia ha in progetto la realizzazione di due centrali per la produzione di energia elettrica che consentiranno agli stabilimenti di Gazoldo e di Ravenna di essere autonomi dal punto di vista energetico. Come spiega il gruppo di Gazoldo in una nota, “i due impianti di cogenerazione termica, che saranno gestiti da Engie, entreranno in funzione entro il 2020 e svilupperanno una potenza complessiva di 50 megawatt, 30 a Ravenna e 20 a Gazoldo degli Ippoliti, in grado di soddisfare quasi interamente il fabbisogno energetico dei due siti produttivi di Marcegaglia per la lavorazione dell’acciaio, con una riduzione dei costi elettrici di oltre il 25% e delle emissione di sostanze nocive nell’atmosfera del 30%”. Si tratta di un investimento di circa 50 milioni di euro che, spiega sempre il gruppo di Gazoldo il cui amministratore delegato, come noto, è  Antonio Marcegaglia, “rientra nel piano di rafforzamento competitivo di tutti i vari segmenti di attività del gruppo industriale mantovano, che nel 2019 ammonterà in totale a circa 150 milioni di euro”. Nel giro di un anno e mezzo le due centrali dovrebbero entrare in funzione.

Redazione provincia
Commenti