Sport
Tamburello
Serie A, l'anno prossimo sarà rivoluzione
pubblicato il 27 dicembre 2018 alle ore 21:07
immagine
Manuel Festi (quinto in graduatoria) ha una quotazione di 666 punti

Mantova La Commissione tecnica federale della Fipt (Federazione italiana palla tamburello) ha fissato nuove regole per la prossima stagione di serie A. Si tratta di una piccola rivoluzione che riguarda, almeno per ora, soltanto la massima serie e che entrerà in vigore fin dal prossimo campionato. L’intento è evidente, e anche dichiarato da parte del Consiglio federale: si vuole rendere il campionato di serie A più omogeneo, il risultato finale meno prevedibile, meno scontato di quanto è stato nelle ultime stagioni dominate da Cavaion e Castellaro.
Ascoltando alcuni dirigenti delle squadre mantovane, l’intento è lodevole. Se davvero il campionato maggiore sarà meno scontato, se ne avvantaggerebbe tutto il movimento tamburellistico. Il nuovo regolamento di gioco presenta tuttavia alcuni problemi pratici. Ma un tentativo andava fatto. Se il nuovo regolamento creasse problemi, si potrà sempre modificarlo.
Il regolamento prevede che ad ogni giocatore della serie A e della B, sia attribuito un punteggio in base al ruolo e al numero delle gare cui ha preso parte. I giocatori sono stati suddivisi in “titolari” e “riserve”. Le società non potranno schierare in campo una squadra che con i titolari superi 1850 punti e con le riserve 150 (trovate la graduatoria con le quotazioni dei singoli giocatori sull'edizione del 28 dicembre della "Voce di Mantova"). Se li superasse, perderebbe l’incontro. I nomi dei titolari e delle riserve, ed i rispettivi ruoli in campo, dovranno essere comunicati alla Fipt entro 30 giorni dall’inizio del campionato. La Ctf dovrà approvare la distinta entro 10 giorni prima dell’inizio dei giochi. (gi.bo.)

Redazione Sport
Commenti