Provincia
A Villimpenta
Monossido dalla stufetta, famiglia finisce in ospedale
pubblicato il 24 dicembre 2018 alle ore 12:02
immagine
Monossido dalla stufetta, famiglia finisce in ospedale

Villimpenta Quattro persone sono rimaste intossicate da esalazioni di monossido di carbonio, sabato sera, in un’abitazione di via Zavarella, in frazione Pradello a Villimpenta. Si tratta di una famiglia italiana del posto: due coniugi 80enni, la figlia e la nipote. A causare l’intossicazione è stata fuga di gas dallo scaldabagno a legna che si trova in una piccola stanza dell’abitazione di campagna adibita a lavanderia, dove la moglie è stata trovata in condizioni di semi-incoscienza. A lanciare l’allarme e a evitare conseguenze peggiori sono stati la figlia e il marito, che in attesa dell’arrivo dell’ambulanza avevano già spalancato le finestre dell’abitazione. Tutti e quattro sono stati soccorsi dal 118, ma la donna è stata trasferita a scopo precauzionale all’ospedale Carlo Poma di Mantova dove ha trascorso la notte in osservazione. Per prestare i soccorsi sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Mantova, che hanno chiuso l’impianto da dove si era sprigionata la fuga di monossido, risultata tre volte superiore al limite.

Matteo Vincenzi
Commenti