Cronaca
Assmann in testa al corteo
VIDEO - 400 Schützen per ricordare Andreas Hofer
pubblicato il 21 febbraio 2018 alle ore 20:38
immagine
L’ingresso degli Schützen in piazza Sordello (foto Barlera)

Mantova - Quattrocento Schützen, con i loro tipici costumi tirolesi e cappelli piumati, si sono radunati a Mantova per rendere onore al patriota Andreas Hofer, fucilato a Porta Giulia dall’esercito napoleonico il 20 febbraio del 1810. La tradizionale cerimonia, che si è svolta martedì 20 febbraio in città, ha preso il via con lo schieramento nel piazzale di Porta Giulia a Cittadella e la sfilata verso il monumento dedicato ad Hofer dove è stata celebrata la santa Messa. Qui hanno preso la parole le autorità. Per il Comune di Mantova è intervenuto il presidente del Consiglio comunale Massimo Allegretti. «Duecentootto anni ci dividono dal momento in cui le truppe Napoleoniche fucilarono il martire tirolese - ha detto Allegretti -. Due secoli che dividono due mondi. Due mondi irriconoscibili, un’Europa fatta di confini e un’Europa che i confini al proprio interno li sta annullando, anzi li ha già annullati. Basta un confine per preservare un’identità? E basta l’assenza dello stesso per poterla perdere? Forse né l’uno né l’altro – ha continuato il presidente –. Un identità la si preserva innanzitutto con una memoria collettiva condivisa, un senso di appartenenza e solidarietà reciproca, con un senso di società; che rappresenta l’autentica e sostanziale ricchezza di un intera comunità”. Allegretti ha sottolineato anche la concreta possibilità che l’amministrazione comunale con l’indispensabile contributo dell’associazione Porta Giulia Hofer, guidata da Paolo Predella, possa avviare un vasto progetto per dare spazio alla figura di Hofer a Mantova, attraverso un percorso museale di notevole importanza. E’ seguito, poi, l’intervento del direttore di Palazzo Ducale Peter Assmann. Infine, la posa di una corona e l’esecuzione di una salva d'onore in memoria di Andreas Hofer da parte del picchetto schierato. La cerimonia è continuata in piazza Sordello da dove gli Schützen hanno sfilato, con tanto di stendardi e gonfaloni, per le piazze Broletto, Erbe e Mantegna. La marcia, accompagnata dalla musica di gruppi tirolesi, è continuata per le vie Verdi e Fernelli fino a raggiungere Palazzo d'Arco. Qui i discorsi da parte del professor Rodolfo Signorini, dell’assessore del Comune di Mantova Iacopo Rebecchi, del comandante il maggiore Jürgen Werth e del console generale d’Austria a Milano Wolfgang Spadinger. Infine, la posa di una corona sulla targa commemorativa dedicata a Hofer e l’intonazione dell’inno del Tirolo. Hofer fu processato dal tribunale militare a Palazzo D’Arco e fucilato il 20 febbraio del 1810 a Cittadella. (r.cro.)

Video
Commenti