Provincia
VIDEO - Nella golena del Po
Fatte brillare le due mine scoperte a San Benedetto
pubblicato il 24 gennaio 2018 alle ore 17:39
immagine
Gli artificieri predispongono la lunga miccia prima del brillamento

San Benedetto Po - Come previsto dalle Autorità competenti e annunciato ieri dalla Voce, stamattina, martedì 23 gennaio, ha avuto luogo il brillamento delle due mine inesplose, a quanto pare risalenti alla seconda guerra mondiale, scoperte nella soffitta di una abitazione disabitata in via Ferri a San Benedetto Po. Il ritrovamento, che risale a qualche giorno fa, era avvenuto durante alcuni controlli da parte di un’azienda edile. Il proprietario della casa, che è abita in quella a fianco, la scorsa settimana ha infatti contattato un’impresa con l’intenzione di ristrutturare l'abitazione che è chiusa e disabitata da parecchi anni. Durante il controllo in soffitta, però, la sorpresa: a terra si trovavano due oggetti strani che poco dopo sono stati individuati come due mine inesplose.

Stamattina, come dicevamo, gli artificieri hanno provveduto prima al trasporto delle due mine nella golena del Po, poi al brillamento degli ordigni inesplosi che ieri erano già stati debitamente messi in sicurezza dai carabinieri. Il brillamento delle due mine di dinamite è quindi avvenuto nella golena del Po, dopo che erano state organizzate e garantite tutte le misure di sicurezza necessarie per una simile, sempre pericolosa, operazione di carattere militare. Prima sono stati depositati i due ordigni con adeguata collocazione, poi gli esperti elettrotecnici dell'esercito hanno predisposto il detonatore, quindi gli artificieri hanno collocato la lunga miccia e si sono infine allontanati rapidamente dal luogo dell'esplosione che è avvenuta con frastuono e una nuvola di polvere. Tutto si è svolto nel migliore dei modi. Operazione perfettamente riuscita. (m.m.)

Foto
Video
Commenti