Provincia
Affidata a volontari
A "Porto in Rete" la gestione del Drasso Park
pubblicato il 18 aprile 2018 alle ore 16:45
immagine
Il tavolo dei promotori del progetto

Porto Mantovano - Saranno i volontari di "Porto in Rete" che avranno il compito, dal prossimo 12 maggio, di gestire a Porto Mantovano il “nuovo” Drasso Park. Nuovo non tanto per le strutture attuali, strutture che saranno ampliate in futuro con la realizzazione del centro polivalente e dell’area cucine per le varie iniziative di aggregazione sociale che verranno allestite nell’area, bensì per il ruolo di importante punto di ritrovo e di riferimento per l’intera comunità portuense che gli verrà assegnato con la convenzione stipulata dell’associazione presieduta Massimo Federico Avigini. Il progetto denominato “Di Porto in Porto” ha ottenuto anche i finanziamenti previsti dal Bando regionale volontariato 2018, poco più di 40mila euro, ed è alla base dell’impegno che si sono assunti sino all’ottobre 2019 da un lato il Comune dall’altro Porto in Rete che è stata assistita anche dal Centro Servizio al Volontariato di Mantova. Il tutto è stato al centro di un incontro svoltosi martedì mattina 17 aprile nella sala I Care del Comune con il quale si sono illustrati i punti più significativi di questa ulteriore testimonianza di come le sinergie individuate tra l’ente locale e il mondo del volontariato possano raggiungere obiettivi molto importanti. Tra questi il coinvolgimento dell’intera comunità di Porto Mantovano affinché la stessa si senta protagonista attiva di un’aggregazione sociale e intergenerazionale sempre più ampia. Inoltre per i protagonisti del progetto vi è pure il desiderio di creare le condizioni perché l’area del Drasso Park con tutte le sue “opportunità” divenga la “piazza dei cittadini” ove ritrovarsi e trascorrere momenti d’insieme e che possa far crescere la coesione sociale. Alla presentazione della convenzione per la gestione del Drasso Park hanno presenziato il sindaco, Massimo Salvarani, il vice sindaco, Pier Claudio Ghizzi, il presidente di Porto in Rete, Massimo Federico Avigni, il presidente dell’Abeo, Vanni Corghi, il responsabile del Centro Servizi al Volontariato di Mantova, Lorenzo Tornaghi, il coordinatore del progetto “Di Porto in Porto”, Carlo Cavaglieri, la responsabile di Arca, Rita Salsi, e l’esponente del mondo del volontariato locale, Sergio Soregotti.

Paolo Biondo

Video
Commenti