Eventi
Sold out al concerto del "Nobel"
Bob Dylan fa sognare il PalaBam con musica e poesia
pubblicato il 9 aprile 2018 alle ore 12:38
immagine
Bob Dylan in Italia ha già tenuto 4 concerti: tre a Roma e uno a Firenze. Dopo Mantova sarà di scena a Milano

Mantova - La notte di Bob Dylan a Mantova: un appuntamento indimenticabile che ha visto il tutto esaurito al PalaBam per godere della musica e della poesia di quello che è uno dei nomi più importanti del panorama mondiale. Bob Dylan è sbarcato in riva al Mincio domenica 8 aprile, alle ore 21.00, dopo i tre concerti nella Capitale e quello di sabato sera, 7 aprile, a Firenze, dove ha trascinato il pubblico in un viaggio nel tempo attraverso le sonorità che ne hanno contraddistinto la lunga e fortunata carriera. Un appuntamento di successo con la storia della musica popolare, ma anche con la poesia. L’assegnazione del Premio Nobel 2016 per la letteratura infatti ha coronato una carriera unica e iniziata nei locali del Greenwich Village di New York e che prosegue con nuove incisioni e con i concerti del Neverending Tour. Generalmente il rito consiste anche nell’indovinare quale scaletta Bob Dylan, artista assolutamente imprevedibile, propone al pubblico. I brani proposti a Roma sono stati sempre gli stessi, con una scaletta leggermente variata rispetto alla data di Lisbona che ha dato via alle tappe europee: una selezione di classici, di brani relativamente recenti e di alcune riproposte del songbook americano che Dylan ha affrontato discograficamente. Quindi "Blowin’ in the Wind" e "Don’t Think Twice, It’s Alright" hanno rappresentato Freewheelin’ mentre di "Highway 61 Revisited" Dylan ha eseguito la traccia titolo, "Desolation Row" e "Ballad of a Thin Man". L’album con il maggior numero di brani rappresentati (cinque) è stato Tempest, uscito nel 2012 e ogni concerto si è aperto con Things Must Change. Infine, non sono mancate due cover di Frank Sinatra e Autumn Leaves di Yves Montand, già proposta a Lucca nel 2015. (r.spe.)

Commenti