Sport
Basket Serie A2
La Pompea sfiora l’impresa a Forlì
Gli Stings giocano alla pari con l’Unieuro, ma si arrendono all’overtime
pubblicato il 30 dicembre 2018 alle ore 22:13
immagine
Riccardo Visconti

Forlì  Gli Stings sfiorano l’impresa sul parquet di Forlì, ma si arrendono all’overtime. Per tre quarti gli uomini di Finelli sono restati appaiati agli avversari, poi quando nell'ultima frazione i romagnoli sembravano averla chiusa, la Pompea, trascinata dal miglior Visconti della stagione (25 p.ti con 6/12 da tre) e dal solito Morse (19 p.ti + 15 rimbalzi), è riuscita a risalire la china e a portare la partita all’overtime. Nel supplementare i padroni di casa sono però riusciti a fare loro il match con il risultato finale di 92-85, dopo 45 minuti di pura battaglia, grazie alle prestazioni di Lawson (22 p.ti + 12 rimbalzi) e Oxilla (20 p.ti + 8 rimbalzi).
Per la 14ª giornata di serie A2, all’Unieuro Arena scendono in campo i padroni di casa della Pallacanestro Forlì opposti alla Pompea Mantova. I romagnoli stanno facendo un ottimo campionato e  sono reduci dalla bruciante sconfitta all’overtime arrivata per mano della Fortitudo Bologna, mentre gli Stings, dopo aver infilato due vittorie consecutive con Cagliari e Cento, hanno dovuto arrendersi a Montegranaro nel turno precedente. Coach Valli schiera in quintetto Giachetti, Johnson, Oxilla, Lawson e Donzelli. Finelli risponde con Maspero, Veideman, Raspino, Ghersetti e Morse. Mantova parte bene: Morse fa sentire i muscoli nell’area romagnola, Maspero e Veideman segnano in penetrazione ed i 9 punti in 2’ di uno scatenato Ghersetti proiettano gli Stings sul +5 (10-15) a poco meno di 5’ dalla prima sirena. La reazione di Forlì non si fa attendere: Lawson segna da sotto e Johnson mette due triple filate, ma la Pompea trascinata dai canestri di un superbo Morse riesce a rimanere avanti sul 22-25 dopo i primi 10’ di gioco. L’Unieuro trova i canestri di Lawson ed Oxilla, ma la tripla ed il gioco da tre punti di Visconti mantengono il match in perfetta parità sul 33-33 a 5’ dall'intervallo lungo. De Laurentiis ne mette due da sotto, Visconti risponde immediatamente con un 2/2 dalla lunetta ed una bomba, ma Bonacini con un canestro dalla media e due liberi nel finale permette ai romagnoli di andare negli spogliatoi sul +4 (42-38). 
Al ritorno sul parquet, Ghersetti prova a scuotere la Pompea con una tripla ed un canestro dalla media, ma l'invenzione di Johnson ed i liberi firmati Giachetti-Donzelli mantengono l'Unieuro avanti sul 48-46 a 5’ dalla terza sirena. De Laurentiis ne mette due filati da sotto, Lawson segna dalla media ed il canestro nel finale di Bonacini permette ai padroni di casa di allungare sul +6 (58-52) a 10’ dal termine. Mantova sembra accusare la stanchezza, gli uomini di Finelli faticano a trovare la via del canestro ed i 6 punti filati di Oxilla fanno scappare via l’Unieuro fino al +10 (64-54) a 5’ dal gong. La partita sembra indirizzata, ma gli Stings trovano la forza di reagire: Raspino pesca un gioco da tre punti, Visconti mette due bombe filate ed il canestro di Morse ammutolisce il pubblico romagnolo con la Pompea avanti 64-65 a 2’ dal termine. Il finale è punto a punto: Morse segna ancora da sotto, Lawson risponde su rimbalzo offensivo, Johnson s’inventa un gioco da tre punti a 26 secondi dalla sirena, ma il 2/2 dalla lunetta di Morse impatta ancora la partita sul 71-71 con 3 secondi da giocare. L’ex Giachetti ha la palla della vittoria, ma il suo tiro si ferma sul ferro e le squadre vanno all’overtime. 
Lawson e Oxilla segnano da sotto, Johnson mette la tripla ed in un amen Forlì è ancora a +11 (82-71), ma uno scatenato Visconti con due triple filate e Veideman con una bomba ed un canestro dalla media la riaprono ancora sull’85-82 a 1:30 dal gong. Lawson la mette dalla lunga forzando e poi segna da sotto e stavolta è davvero finita con l’Unieuro che taglia il traguardo con il risultato finale di 92-85. Per la Pompea, dopo una partita infinita, arriva così la seconda sconfitta di fila ed ora è attesa dallo scontro diretto con Jesi in programma domenica prossima alle 18 al PalaBam. 

Redazione Sport
Commenti