Provincia
Schivenoglia: nei guai due nigeriani
Il cibo consegnato non piace, minacce alla mediatrice culturale
pubblicato il 29 dicembre 2018 alle ore 12:59
immagine
Il cibo consegnato non piace, minacce alla mediatrice culturale

Schivenoglia Il cibo consegnato non va bene e a quel punto scatta la follia con tanto di minacce e spintoni ai danni della mediatrice culturale che, in qualche modo, cercava di farli ragionare. Protagonisti di questa vicenda, sedata in tempo dai carabinieri intervenuti in un’abitazione di Schivenoglia, tre persone di origine nigeriana: due, marito e moglie, denunciati a piede libero per violenza privata, una - la sfortunata mediatrice culturale - che se l’è cavata solo con un po’ di spavento e qualche lieve contusione. Nulla di grave sul piano fisico per lei ma sicuramente molta perplessità per quanto accaduto.
La ricostruzione esatta degli accadimenti è ancora al vaglio dei carabinieri della compagnia di Gonzaga che, nella giornata di giovedì, erano impegnati in un massiccio servizio di controllo nel territorio di loro competenza. Il fatto più grave rilevato dai militari è avvenuto, come abbiamo sopra riportato, nel paese di Schivenoglia dove due persone di nazionalità nigeriana, marito e moglie, lui 28enne e lei 20enne, avevano iniziato una violenta discussione con la mediatrice culturale della cooperativa che li sta seguendo. Tema della durissima discussione il tipo di cibo che la cooperativa forniva alla coppia, non si sa se ritenuto di scarsa qualità o quantità o di tipologia merceologica non gradita.
La discussione è evidentemente trascesa visto che dagli insulti si è passati alle minacce e a qualche spintone nei confronti della mediatrice culturale, una 27enne - anch’essa nigeriana - residente a Bagnolo San Vito; tanto che si è reso necessario l’intervento dei carabinieri che sono riusciti a riportare la calma non prima di denunciare a piede libero i due coniugi per il reato di violenza privata. L’azione dei carabinieri, sia a Schivenoglia sia negli altri luoghi dove è stata condotta, ha ottenuto risultati importanti e ha ricevuto il plauso del Colonnello Fabio Federici , Comandante Provinciale dei Carabinieri di Mantova che ha voluto esprimere il suo vivo apprezzamento a tutti i militari operanti.

Nicola Antonietti
Commenti
Lumoli1 giorno fa
E parári a cá no?